Gli Eroi, i Sopravvissuti – Musica in Quota 2018 – Rifugio CAI Somma (Prima Parte)

Se leggerete questo post vorrà dire che siamo ancora vivi. Abbiamo sconfitto i bookmakers che ci davano 70 a 1 dispersi per sempre tra i ghiacci, abbiamo sconfitto il diluvio universale che si è abbattuto durante la nostra ascesa ai 2561 metri del rifugio, abbiamo (purtroppo) sconfitto anche l’ipertensione Artusiana, che non ha impedito di sentire le stridule note del contrabbasso trapanare i timpani delle povere marmotte ignifughe che pascolavano placide tra le vette.

Ma i veri eroi di questa storia sono Luciano, Laura, Margherita, Andrea e tutto lo staff del rifugio CAI Somma che ci ha accolti, asciugati e strizzati come pulcini annaffiati, rifocillati con bruscit, la versione alpina col manzo del tapelucco o tapulùn, polenta, caviale affumicato, marmotte farcite, stambecchi in salmì e squalo bianco del Sabbione.. (no, non è vero, il caviale non c’era).

Un enorme GRAZIE va innanzitutto a loro e, ovviamente, va all’imperterrita e diabolica costanza del Sindaco Supremo Presidentissimo di Santa Maria Maggiore, Claudio Cottini di Musica in Quota nel chiamarci ancora una volta ad impregnare di musica la Val Formazza e i suoi incredibili scorci.

btrhdr

La Punta d’Arbola, col suo ghiacciaio sempre meno ghiacciaio, il Lago dei Sabbioni (uno dei più grandi invasi artificiali del Piemonte) hanno fatto da memorabile sfondo alla nostra avventura messneriana, un luogo davvero incredibile, silenzioso e maestoso, dove il rifugio Somma è parte di una serie di 5 rifugi più o meno vicini, tutti raggiungibili e collegati fra loro.

Certo, arrivarci non è stato proprio facilissimo. Pur partendo da sopra la diga del Lago di Morasco, ci sono volute comunque un paio di orette abbondanti (soste e preghiere comprese), circa due ore e mezza di cammino, metà del quale sotto la pioggia, con alcuni passaggi piuttosto duri. Effettivamente è un percorso che può fare chiunque, la lunga parte centrale, molto ripida non è esposta, ma comunque piuttosto faticosa

btr

L’arrivo a Riale, con la sua caratteristica chiesetta…

btrhdr

… e i primi passi verso il Lago dei Sabbioni

Come dicevo il percorso non è semplicissimo, però è perfettamente segnato, praticamente impossibile perdersi o sbagliarsi, al rifugio sono arrivati pure dei bambini, per cui è fattibile per tutti.

Anche per noi…

IMG-20180810-WA0007

btrhdr

Rivolgendo lo sguardo indietro ecco cosa si può ammirare superato il primo passaggio ripido. Sullo sfondo il Lago di Morasco con la sua diga. W la diga!

La foto che vedete sopra l’abbiamo fatta ieri durante il ritorno. Col sole. Perchè invece, salendo, l’ameno panorama era così..

btr

btr

un fradicio e scosceso Artusomobile sbuca dalla nebbia come una povera marmotta in carpione

btr

Il rifugio Somma. 2561 metri d’altitudine

E così, mentre un incredulo e iperteso Artusibile festeggiava l’arrivo sano e salvo ai 2561 metri del rifugio Somma..

btr

… qualcun altro inneggiava al rock ‘n roll di altura

IMG-20180810-WA0006

Ma c’era ancora un eroe da festeggiare anzi, un anti-eroe che approfittando del poco ossigeno in alta quota cercava inutilmente di asfaltare il Genio Assoluto a scacchi. Il povero principe Cassaire invece, nonostante avessi il re visibilmente gambizzato e dotato di deambulatore artigianale improvvisato, veniva incredibilmente battuto da Jerry Jules Kasparov Genio Assoluto, dopo un’epica battaglia di 432 ore

btr

Insomma, dopo una due giorni condensata, pregna di emozioni, musica, sguardi, bruscit, marmotte ghiacciai e chilometri, da ricordare e da rivivere per sempre, ha termine la prima parte della nostra avventura.
Nel ringraziare tutti coloro che hanno reso possibile tutto questo, saluto tutti e me ne vado in vacanza. Arriveranno tante nuove foto, del concerto e del paesaggio.
Al mio ritorno provvederò a postare tutto.

GRAZIE ai miei compagni di avventura, l’ Iperteso Gabriele Artuso ormai ribattezzato il Bonatti di Sandigliano, alla Marmotta della Scacchiera, ovvero il Principe Pelato Edoardo Cassaro, grazie a me che sono arrivato vivo schivando fulmini e saette e soprattutto GRAZIE a Musica in Quota, a Claudio Cottini, al rifugio CAI Somma a tutto lo staff e al centinaio di amici che ci hanno ascoltato imperterriti!

38885418_1950699024953609_7025487291233599488_n

Buone Vacanze!

Annunci

NEWZ! FuturArkestra a Musica in Quota 2018!!!!

Ebbene sì.

Dopo un paio di anni torniamo a Musica in Quota. Beh, per lo meno ci proviamo… Dopo la meravigliosa esperienza all’ Alpe Voma di un paio di anni fa, ma soprattutto, dopo i nefasti tentativi di conquistare il Lago Matògno anni addietro, questa volta faremo ancora di più gli sboròni, sfidando ancora una volta imperterriti le inebrianti vette inesplorate dell’altissimapurissimalevissima Val Formazzissima per raggiungere l’inarrivabile Diga del Sabbione!

http://musicainquota.it/event/diga-del-sabbione/

foto “prese in prestito” dal sito Musica In Quota. poi le restituiamo, neh…

2480 metri sul livello del mare!! (ooooooooohhhhh…. eheheh, vi ho sentito 😉 )

Ovvero là, dove l’ipertensione totale del povero Gabriele Artuso raggiunerà l’apice della sua potenza, là dove finalmente potremo tutti quanti assistere alla sua implosione arteriosa mentre eseguirà un inascoltabile assolo acustico al contrabbasso, là dove agitando il suo zùfolo metallico come un vigile urbano di Abbiategrasso il principe Cassaire attirerà i fulmini e le saette del Dio Sabbione che poscia si scaglieranno ovviamente contro di me, povero piccolo Genio Assolato della FuturArkestra

L’evento supremo dell’anno domini 2018: alla facciaccia dei mondiali di calcio, di CR7 alla Juve, dell’uomo sulla Luna o della farfalla di Belen, QUESTA sarà la vostra imperdibile occasione!

Ovviamente se farà bello. Perchè se per caso dovesse piovere (come ogni volta ci siamo avvicinati a queste vette è capitato), allora salterà tutto e tutti noi torneremo supini nelle nostre umili case a chiedere scusa al Dio Matogno per il nostro inutile ardimento.

Ma SE il tempo sarà clemente, no scusate devo correggere…

SE…

il tempo sarà clemente, dicevo, l’ incredibile appuntamento live prevederà per noi:

  • scarpinata ascetica di 96 ore, con strumenti e furgone dell’Artuso in spalla, senza bombole di ossigeno, con superamento di 78 egregi colli alpini presidentissimi in pelle umana col solo ausilio di una bussola smagnetizzata
  • frugale pranzo al sacco, rubandoci a vicenda le misere vettovaglie, con probabile assassinio e cottura dei miei compari al fine di preservare le mie poche energie rimaste per suonare
  • doccia ghiacciata live in Sibemolle nel lago Sabbione per l’Artuso, per riattivare tutti i suoi chakra epurati dall’ipertensione
  • discesa libera funambolica di oltre 7000 metri di dislivello in biciclette costruite prima del 1932 e senza freni per il ritorno a casa (tipo Coppa Cobram ma un po’ più estrema)

per Voi invece, oh aulici et coraggiosi spettatori montagnini:

  • un irripetibile, iperteso, alpestre, stambecchiano concerto musicale in pieno stile bucolico-messneriano, intorno alle ore 11 circa, con tanto di nuovissimi brani ideati e arrangiati proprio per questa unica e irripetibile occasione! (che poi finirà che non le faremo e suoneremo le solite cose.. ghghghghgh)

Dunque, ricordatevi: VENERDI 10 AGOSTO 2018, Diga del Sabbione, presso il Rifugio CAI Somma Lombardo.

Per tutte le informazioni, consultate il bellissimo sito di MUSICA IN QUOTA

Il concerto è ovviamente gratuito, pranzo in spalla e gambe in sacco… no, pranzo al sacco e gambe in spalla!

Se piove sono ca… amari, salta tutto e ci sfogheremo con violenza inaudita sul contrabbasso dell’ Artuso quindi, cercate di non far piovere e raggiungeteci leggiadri come fanno solo i caprioli stufati con patate e nebbiolo.

Per info e prenotazioni: 347 8457045
oppure rifugio@caisomma.comwww.caisomma.com

Vi aspettiamo innumerabili come sempre!!

NEWZ! FuturArkestra Live al Castello di Malgrà (domani, neh…)

Rieccomi in modalità flash giusto giusto per ricordarvi che domani sera, Sabato 30 Idi di Giugno, saremo in quel di Rivarolo (TO), muoverci all’interno delle sale obnubilate del Castello di Malgrà per un nuovo appuntamento live! yeeeeee!

0001

Il Pelato Principe Cassaire, l’Iperteso Ipercoop IperArtuso e il Nonricordopiùbene Smemorato Genio Assolato Julespedranà vi attendono bramosi alle 21, anche in caso di maltempo

Non mancate! (che tra l’altro è pure gratis)

Se doveste mancare, mancate domenica!

Oops, obliavo…

Reduce da martellamento ultraviolettico domenicale che ha reso il mio neurone inerte a qualunque stimolo terrestre, ho dimenticato di dirvi che stasera, presso il Relais Santo Stefano di Sandigliano si terrà il BNI Biella Summer Party, con tanto di buffet a bordo piscina e soprattutto accondiscentente compagnia musicale Futurarkestrale ma non solo.

relais santo stefano

foto dal sito ufficiale www.relaissantostefano.com/

Ecco il programma edibile!

Una festa sotto le stelle per celebrare l’inizio dell’estate e far incontrare gli imprenditori del capitolo BNI Biella con il territorio.

Ore 19.00: registrazione partecipanti e musica live con FuturArkestra

Ore 19.30: Che cos’è BNI? – Intervengono Pino Anzaldi (Area Director BNI Piemonte Nord e Valle d’Aosta) e Francesca Tanini (Presidente BNI Biella)

Ore 19.45: Party con buffet a bordo piscina a cura di Raggio Verde e musica live con FuturArkestra

Ore 21.30: taglio della torta firmata Pasticceria Pavesi

Ore 22.00: musica live con Seraphic Eyes

Omaggio floreale a cura di Petali e Pensieri Tollegno.

Ingresso serata con buffet (bevande incluse): 10 euro a persona
Bambini e ragazzi: GRATIS
La serata si svolgerà anche in caso di maltempo.

Santo Stefano SPA Relais, Via Giuseppe Garibaldi 5, Sandigliano (BI).
Per prenotazioni: anzaldi@bni-italia.it; 3356441624 (Pino Anzaldi, Area Director BNI).
È richiesta la prenotazione entro e non oltre martedì 19 giugno.

Ecco, avrete letto la tempistica ineffabile della prenotazione, ma visto che è nostro obbligo tenervi aggiornati anche se con ritardo inaccettabile, inutile dirvi che vi aspettiamo innumerabili ai cancelli.

Stasera.

Sotto il sole.

Con più di 30°.

Senza prenotazione.

Addio

Siamo Tornati! (Nuove Minacce Musicali Xilofobe)

Dopo 6 mesi di torbida lontananza dalle scene, rieccoci finalmente qui.

Non è che in tutto questo tempo non abbiamo fatto una cippa eh, ci mancherebbe! E’ che col calare delle lunghe tenebre invernali preferiamo raccoglierci supini nelle nostre misere coperte di orso polare e accomodarci davanti a un tiepido tizzone ardente sparpagliato nel camino attendendo il disgelo e la morte stagionale delle cimici.

Cimici che tuttavia gigioneggiano ancora anche a maggio nelle nostre case impedendoci anche solo di pensare minimamente a qualunque attività musicale o motoria, con il vantaggio però non indifferente di aver salvaguardato l’udito, evitando di ascoltare forzatamente la stridulità eterea del flauto del Principe Cassaro e l’ingombranza sonora del contrabbasso dell’ Artusibile.

Ahhhh che pace… ricominciare a sentire il cinguettìo dei piccioni che grufolavano nelle domeniche di febbraio in cortile.. O passare giornate inebrianti a bestemmiare in tedesco per sostituire il radiatore della mia piccola Vanda irrorandomi con l’olio dell’infernal cambio automatico.. che vita! che soavità che c’era…

E invece no! Perchè ora tutto questo è finito e sono stato costretto a forza da futili motivi contrattuali ad andare a raccogliere i due miei compari abbandonati a ottobre lungo la Via Francigena per ricominciare a zufolare insieme come ai bei tempi.

E dunque, conficcandoci violentemente tappi di sughero nelle orecchie per non sentirli, ripartiamo da qui, dal concerto di due sere fa presso La Fucina, un ameno agriturismo immerso nel verde eppure al tempo stesso a due passi dalla civiltà e dalla superstrada supersonica che collega Biella con Cossato e Aldebaran.

bty

bdr

bmd

Alla Fucina ci si rilassa, si mangia e si beve bene, accolti da Luigi e dai suoi ragazzi, giovani e molto gentili. Si sta in compagnia dimenticando per qualche oretta le fastidiose e ordinarie attività quotidian-lavorative e ci si tuffa nel pieno relax. Insomma, un altro bel posticino dove stare in santa pace ascoltando buona musica. (e, per chi volesse, ci son pure le camere per alloggiare notturni cullati dallo scalpiccìo sobrio dei cinghiali)

bdr

Ma, visto che le novità e le disgrazie non arrivano mai sole, una nuova data si prospetta all’ orizzonte: sabato 12 maggio, presso la storica falegnameria Gardiman a Vigliano Biellese, in occasione del quarantennale xilolavorativo della falegnameria, allieteremo il pubblico aperto a tutto con le nostre legnose composizioni.

Accorrete numerosi con la vostra tipica cellulosità e noi vi accetteremo musicalmente!

Siete tutti invitati!!

IMG-20180506-WA0004

NEWZ! FuturArkestrà al Castello di Malgrà – Domenica 15 ottobre 2017

Finalmente si torna a zufolare come cimici al chiar di luna!
Nuovo appuntamento live, nel giardino del Castello di Malgrà a Rivarolo Canavese (TO), domenica prossima, in occasione della XII° edizione di bookcrossing, dalle ore 15 alle 19

22384881_10213887252445008_1729643192_n

Libro scambio di libri per bambini e adulti, con area giochi per ragazzi, animazioni e tanta tanta musica. La nostra, ovviamente.

Per cui, che vi piaccia o no, accorrete innumerabili con cani, gatti, bambini, parenti, amici e suocere! L’ingresso è libero

FuturTrappa!! Secret Live piùomen..

Una giornata particolare, un evento particolare in una cornice altrettanto insolita.

19814422_10212759593677141_1521029920_o

19807541_10212759644598414_870025976_o

19814447_10212759903204879_509468761_o

Putrellità

19829973_10212759601957348_714376443_o

19876096_10212771448413502_1721619729_o

Le belle foto della Manu aiuteranno sicuramente l’avventore ad apprezzare e ad incuriosirsi di quello che fu, intorno alla fine del ‘700, luogo di approdo di un gruppo di monaci trappisti in fuga dalla Francia napoleonica. Dopo averla successivamente abbandonata (senza neanche averci lasciato un po’ di birra da bere), la “Trappa” rimase inutilizzata per moltissimo tempo. Oggi, ma in realtà già da un bel po’, è finalmente tornata a splendere, pur mantenendo il suo fascino originario, è stata restaurata mantenendo in alcune sale le originali testimonianze dell’epoca e reinventando un salone espositivo di tre piani ininterrotti tutttempeschtat di putrelle (a fianco della stalla con gli asini che pare abbiano gradito la musica. O forse no).

Facilmente da raggiungere sia da Oropa che da Sordevolo, è’ uno dei tanti luoghi del Biellese meritevoli di passeggiata a piedi o in bicicletta, ci si può fermare a mangiare e a dormire ed ospita anche eventi e mostre culturali e artistiche.

E noi che ci abbiamo fatto lì?

19840145_10212771385251923_476054140_o

mentre l’ Artuso cerca le pastiglie per l’ipertensione tra le mattonelle, 

19885714_10212771152566106_868311453_o

… il Genio Assoluto si domanda dove abbiano nascosto le birre i monaci trappisti

19840464_10212771060723810_1215079846_o

Purtroppo, il principe Cassaire ha declinato l’appuntamento votivo… (buuuuu)

Dicevo, che ci abbiamo fatto lì?

Ci abbiamo zufolato allegramente, per un evento privato e molto personale infatti, per rispetto, abbiamo preferito non pubblicizzare il concerto; mi limiterò però semplicemente a ringraziare Giorgio per averci chiamato, Samuele e la sua baby-gang per il meraviglioso sporco lavoro (che qualcuno però doveva pur fare), Ted per la registrazione, la Manu per le foto e la truppa della Trappa per l’ospitalità e la polenta concia.

19867050_10212771552816112_1303035877_o

19840193_10212771134405652_996922812_o

E ovviamente un caloroso grazie a tutti gli invitati.

Noi ci rivedremo dal vivo più avanti, metteremo su facebook tante altre belle foto, chiuderei in bellezza il post con una diapositiva d’epoca settecentesca di un lontano avo del Genio Assoluto Trappista che non ha trovato le birre, ma qualcos’altro da mettere al posto del luppolo.

19840260_10212771194007142_135624545_o

Verificheremo la nuova ricetta e vi faremo sapere, intanto…
prossimo appuntamento a Valdieri (CN) il 5 agosto, ma speriamo anche prima da qualche altra parte, neh!

A prest!
a Prost!
a Proust!

Stasera in Rosa? Live in Santhià Oggiforse

Intanto ancora un enorme grazie all’ Associazione Soroptimist International e al Comune di Verbania Pallanza. La serata di domenica è andata decisamente bene, cielo terso, panche gremite e pance gremite, con buona pace del Dio Lavandino che aveva previsto fulmini e saette per tutta la giornata.

Il tempo clemente e il paesaggio lacustre hanno contribuito a rendere la serata davvero piacevole. Unico intoppo è stato rappresentato da un turgido ottantenne che voleva approfittare della serata per abbordare alcune mil… ehm, donzelle in loco e ci ha urlato di smetterla con la nostra musica e di suonare qualche valzerone ballabile per favorire l’abbordaggio.

Fortunatamente è stato colpito da una pagnotta in sibemolle (ma mica tanto molle) che lo ha reso innocuo e impotente per il resto della serata.

MA, veniamo all’ oggi dunque!

Vi ricordo che stasera, vemerdi 30, si terrà a Santhià (VC) una notte in rosa, all’ insegna dei negozi aperti fino a tardi per tutto il corso pedonale, con sconti e saldi per tutti/e. Ci saremo anche noi, più o meno dalle ore 20, all’inizio del Corso Nuova Italia proprio davanti al negozio di strumenti musicali Music Express, aperto fino a tardi, che ringraziamo per l’aiuto logistico e lo spazio.

IN CASO DI IMPROVVISO MALTEMPO IL CONCERTO NON SI TERRA’ A MENO DI UN GENIALE PIANO B CHE PERO’ ANCORA NON ABBIAMO PENSATO. VI AVVISEREMO COMUNQUE TRAMITE LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK (che vi invitiamo a consultare, mipiacizzare a lodare, imbrodare, etc etc….)

Vi aspettiamo dunque stasera dalle ore 20, in Corso Nuova Italia 185 a Santhià.

Un grazie ancora alle Gent.ssme Soroptimiste, grazie a Manuela Scotti di Coloratocreazioni per le foto, grazie a Music Express,

grazie,
graziella e…

a stasera!

PicNic in Bianco e Notte Rosa – Live!

Rieccoci qui. Inizia l’estate e con essa arrivano finalmente un po’ di nuovi concerti. Il primo che già vi avevamo annunciato è previsto per domenica 25 giugno, presso il lungolago di Pallanza (VB), per una serata benefica, organizzata dall’ Associazione Soroptimist International, il cui ricavato andrà in favore della Rete Antiviolenza sulle Donne.

Si tratterà di un vero e proprio pic-nic sotto le stelle, al chiar di luna. E’ doveroso vestirvi di bianco, per cui se non avete nulla di bianco addosso potrete solo rovesciarvi una latta di vernice bianca a presa rapida. Tutto questo dalle Ore 19.30 

LOCANDINAPICNIC2017-page-001

Il 30 giugno invece, venerdi sera, a partire dalle 17 circa, Santhià si vestirà di rosa e il centro con tutti i suoi negozi rimarranno aperti fino a tardi per una serata all’ insegna dei saldi e delle occasioni. E noi, da par nostro, saremo per le strade del paese a dilatarvi i timpani con la nostra musica dalle tinte rosée. Ci troverete proprio all’ inizio del corso principale, davanti al negozio di strumenti musicali Music Express (che ci fornisce spesso materiale per i nostri concerti e che ringraziamo vivamente), dalle ore 20 circa a zufolare rutilando per voi 

notte rosa santhià

E dunque, FuturAmici, imbiancatevi o rosatevi, fate quello che vi pare, ma non mancate a questi due belle serate. Vi aspettiamo!

Musica In Quota 2017 – La Magia delle Note in Vetta

Quest’anno non parteciperemo, ormai abbiamo invaso in lungo e in largo l’ Ossolano e i suoi dintorni e bisogna lasciare spazio anche a taaaaaanti altri musicisti affamati e bisognosi.

MA….

Musica In Quota, rimane una delle più belle, creative ed emozionanti rassegne musicali che, per fortuna, grazie a qualche coraggioso e illuminato personaggio (diciamo Claudio Cottini e tutto il suo staff) e grazie alle centinaia di persone che si arrampicano ogni volta in tutti gli ameni pertugi ad ascoltare musica acustica e dal vivo, continua a rinnovarsi ogni anno e a consolidarsi sempre più nel calendario musicale italiano.

E visto che c’è pure un sito ben fatto, con tante belle fotografie (ci siamo anche noi in diverse gallery) e con tutte le informazioni necessarie, val la pena visitarlo e soprattutto sostenere la rassegna e i suoi intraprendenti organizzatori e appassionati.

Il sito è MUSICAINQUOTA e trovate tutto il calendario completo del 2017.

alpevoma

Per chi può e chi vuole, è un appuntamento musical-passeggiatorio-mangereccio-educativ-transeunte immancabile.

Per cui, pedulizzatevi e non mancate!